Come MOLTIPLICARE le POSSIBILITÀ che ti RESTITUISCANO il PORTAFOGLIO SMARRITO

Richard Wiseman e il suo team hanno svolto un interessante esperimento: si sono procurati 240 portafogli e in alcuni di essi, nell’apposito riquadro di plastica, hanno inserito foto con soggetti variabili (una famiglia felice, un bambino sorridente, un cucciolo ecc.) Dopodiché li hanno abbandonati nella città. L’obbiettivo era capire quante persone, trovando i portafogli, avrebbero deciso di restituirli imbucandoli nella cassetta delle lettere o portandoli a una stazione di polizia.
Volete sapere com’è andata? Prima una fotografia.


Andy Welsher

Okay. Dei portafogli senza foto, solo il 15% è tornato indietro: circa 1 su 7. Tra quelli contenenti la foto di un bambino sorridente, però, la percentuale era dell’88%:  9 persone su 10 non hanno potuto ignorare l’istinto primario che ci porta a salvaguardare i piccoli, le generazioni future. Una percentuale altissima. Secondo me la gente li rispediva anche perché la foto tornasse ai genitori.


Foto di minjungkim

Quindi il consiglio è: stampate la foto di un bel bimbo che ride e inseritela nel vostro portafoglio oggi stesso. Se lo smarrite probabilmente non ritroverete più i soldi, ma avrete ottime possibilità di riaverlo insieme a carta d’identità, patente, bancomat e tutto il resto. State solo attenti a scegliere la foto giusta.


Foto di Ben Haldenby

Per i più curiosi, ecco tutte le percentuali di ritorno:

Bambino sorridente: 88%
Cucciolo: 53%
Famiglia felice: 48%
Coppia di anziani: 28%
Ricevuta di versamento a un’associazione di beneficenza: 20%
Portafogli senza foto: 15%

Di tutti i 240 portafogli, ne è tornato indietro il 48%.

23 commenti su “Come MOLTIPLICARE le POSSIBILITÀ che ti RESTITUISCANO il PORTAFOGLIO SMARRITO”

  1. da notare che la bambina vi fa il dito mentre vi guarda!!! cos’è? un regalino per i malintenzionati che si vogliono tenere il portafogli?!?!?!?

  2. Geniale! A me un paio di anni fa hanno rubato il borsetto che avevo ingenuamente lasciato dentro la macchina, seppure sotto il sedile ( ma dimenticando di attivare le sicure…). Dentro c’era un pò di tutto: chiavi, patente, documenti varii, ecc. compreso oltre 500 euro in contanti… e alcuni santini… Avessi conosciuto questo simpatico trucchetto forse sarei riuscito a recuperare almeno i documenti… Seguirò senz’altro il tuo consiglio (ricordandomi, nel contempo, di chiudere perlomeno le sicure dell’auto).

  3. E chissá cosa si ottiene con una foto di un cucciolo assieme ad un bambino sorridente e la sua famiglia dietro con una coppia di anziani che tengono in mano una ricevuta di versamento a un’associazione di beneficenza.

  4. qualche settimana fa ho perso il portafoglio per strada. Dentro c’erano la foto del mio nipotino sorridente, e pure la tessera di un’associazione benefica…
    Nonostante ciò non mi è stato restituito

  5. Che bastardi io ho perso il portafoglio altro ieri con 60 euro dentro e tutti documenti patente,carta identita’ tessera sanitaria,paypal !dico solo questo prenditi i 60 euro e metti il portafoglio con i documenti dentro una qualsiasi cassetta delle poste ,lascialo a vista in un bar, non ti costa niente ! Se io trovassi chi e stato gli direi bravo di aver preso i 60 euro che conteneva ,ma lo gonfierei di botte fino a non riconoscelo piu perche uno che butta i documenti in un cassonetto o in un fiume che non arriveranno piu’ e solo un figlio di puttana che iserei come un sacco da pugile per allenarsi.Scusate se sono stato duro ma tutta la giornata di ieri e oggi sono stato per oltre 3 ore a cercare sotto le auto una ad una,cespugli ed entrambi i muretti della strada, sperando di trovare almeno portafoglio e documenti per questo sarei capace di ammazzarlo ! Per i 60 euro gli direi bravo hai fatto bene a prenderli se me lo portava a casa altri 20 euro gli regalavo io a lui o chi mi avrebbe portato a casa.Buona serata a tutti

  6. Anzi adesso volevo inventare io un portafoglio con un cip gps interno per ritrovarlo che si ricarica solo poggiandolo su una basetta piana wifi o bluetooth, ma credo che qualcosa esiste e gia’ sicuramente ci avranno pensato.

Rispondi a Boh Annulla risposta