Come MOLTIPLICARE le POSSIBILITÀ che ti RESTITUISCANO il PORTAFOGLIO SMARRITO

Richard Wiseman e il suo team hanno svolto un interessante esperimento: si sono procurati 240 portafogli e in alcuni di essi, nell’apposito riquadro di plastica, hanno inserito foto con soggetti variabili (una famiglia felice, un bambino sorridente, un cucciolo ecc.) Dopodiché li hanno abbandonati nella città. L’obbiettivo era capire quante persone, trovando i portafogli, avrebbero deciso di restituirli imbucandoli nella cassetta delle lettere o portandoli a una stazione di polizia.
Volete sapere com’è andata? Prima una fotografia.


Andy Welsher

Okay. Dei portafogli senza foto, solo il 15% è tornato indietro: circa 1 su 7. Tra quelli contenenti la foto di un bambino sorridente, però, la percentuale era dell’88%:  9 persone su 10 non hanno potuto ignorare l’istinto primario che ci porta a salvaguardare i piccoli, le generazioni future. Una percentuale altissima. Secondo me la gente li rispediva anche perché la foto tornasse ai genitori.


Foto di minjungkim

Quindi il consiglio è: stampate la foto di un bel bimbo che ride e inseritela nel vostro portafoglio oggi stesso. Se lo smarrite probabilmente non ritroverete più i soldi, ma avrete ottime possibilità di riaverlo insieme a carta d’identità, patente, bancomat e tutto il resto. State solo attenti a scegliere la foto giusta.


Foto di Ben Haldenby

Per i più curiosi, ecco tutte le percentuali di ritorno:

Bambino sorridente: 88%
Cucciolo: 53%
Famiglia felice: 48%
Coppia di anziani: 28%
Ricevuta di versamento a un’associazione di beneficenza: 20%
Portafogli senza foto: 15%

Di tutti i 240 portafogli, ne è tornato indietro il 48%.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

(compreso quello di scrivere ciò che mi pare tra due parentesi)

Privacy Policy