Come diventare un DIVORATORE di LIBRI

Sono convinto che non esistano persone a cui non piaccia leggere, ma solo persone che non hanno mai trovato il libro giusto. Un giallo che può aver fatto impazzire me potrebbe apparire come robetta al mio vicino di casa. Insomma, lo scoop che sto cercando di tirare fuori è che siamo tutti diversi e ci piacciono cose diverse.

Da piccoli in genere ci propinano qualche libro assolutamente non adatto alla nostra età e, quello che è peggio, ci fanno sembrare la cosa come un DOVERE, facendogli perdere all’istante qualsiasi forma di appeal. Pochi anni dopo molti di noi si convincono che leggere un libro è una cosa lunga e noiosa. “Certo, è importantissimo leggere. Ma, vi prego, non obbligatemi a farlo.”

La cosa più importante quindi sembra riuscire a trovare un libro in grado di incuriosirvi e un buon sistema per selezionare quello che vi piace. In questo articolo vi illustrerò il mio metodo di ricerca: non escludo che possa funzionare anche per voi.
Il sistema con cui scelgo i miei libri si compone di tre fasi principali: la raccolta, la scrematura, la valutazione finale. Vediamole nel dettaglio.

1. LA RACCOLTA

Quello che faccio durante questa fase è sostanzialmente collezionare inizialmente un buon numero di titoli tra cui scegliere. Uso diverse fonti. Periodicamente faccio una visita alle classifiche dei libri più letti di IBS.it, il più grande negozio di libri online.
IBS tiene aggiornate due classifiche di vendita:
I Top 20 Italia
I Top 100 di IBS
A dire la verità non uso molto spesso questa fonte perché credo che le classifiche di vendita non siano molto significative. In ogni caso è utile per rimanere aggiornati e rappresenta una buona fonte alternativa. La sua pecca maggiore è di mostrare il trend del momento e, com’è facile immaginare, tra i libri più belli ci sono i classici e romanzi di nicchia.

Un’altra fonte importante è il buon vecchio Google, più precisamente Google Gruppi. Potete consultare direttamente il gruppo di discussione it.cultura.libri o fare delle ricerche più ampie.
Facciamo un esempio.
Ho voglia di leggere un libro divertente. Cerco sui gruppi libro divertente o libro più divertente. Troverò un sacco di sondaggi e consigli di appassionati e mi annoterò i titoli che sembreranno più interessanti. Spesso è un vero affare perché suggeriscono un autore piuttosto che un libro e se sarà di vostro gradimento avrete un bel po’ di libri tra cui sguazzare. Se la ricerca è troppo generica cliccate su Ricerca avanzata nei Gruppi e nella casella Trova solo i messaggi del Gruppo qui inserite *libri*. In questo modo la ricerca verrà limitata ai Gruppi con la parola libri all’interno, come it.cultura.libri. Se necessario, utilizzate i doppi apici per renderla ancora più mirata.
Un’altra fonte, ovvia ma poco usata, è prendere appunti sui libri che sentite in giro e vi incuriosiscono. Quando diventerete dei lettori accaniti vi risulterà naturale. Usate il mezzo che preferite: un foglietto di carta, la memoria del cellulare. Non c’è limite alle fonti: troverete titoli alla radio, in tv, sui giornali, in treno mentre chiacchiera altra gente o spiando qualche copertina ecc.

Inventate tutte le altre fonti che volete ma cercate di fare questo lavoro PRIMA di arrivare in libreria per due motivi:
A. avrete modo di passare alla fase due (la scrematura)
B. nelle maxi librerie a cui ci stanno abituando ci propinano un po’ quello che gli pare. E’ diventato un mondo simile a quello musicale. Scegliere un libro passeggiando tra gli scaffali spesso confonde le idee e ci porta ad acquistare libri che non leggeremo mai.

2. LA SCREMATURA

In questa fase mi occupo di decimare i titoli che ho raccolto. Uso subito il sito IBS.it. Inserisco nell’home page, in alto a sinistra nel campo Ricerca, il titolo o l’autore del libro che mi interessa. Quando lo trovo ci clicco su e consulto i commenti di chi l’ha già letto. State attenti a non prendere per oro colato tutto quello che dicono: ricordate che ognuno di noi è diverso, è per questo che stiamo facendo tutto ‘sto casino. Leggete con prudenza per evitare gli spoiler, cioè per evitare di leggere nei commenti un’informazione vitale tipo chi è l’assassino ecc. (in genere nei commenti sui libri è raro che accada). Se volete, date un’occhiata alla trama ma non prendetela troppo in considerazione. Per i libri più che per altro la storia ha sì rilevanza, ma il vero coinvolgimento viene dato da altri fattori.

Se IBS non dovesse aiutarvi fate un giro sui Gruppi di Google inserendo il titolo del libro o il suo autore e vedete cosa ne dicono. In ultima analisi potete passare a cercare nel web (indovinate con cosa…)

Se un libro, nonostante diffuse critiche negative, dovesse piacervi istintivamente non cancellatelo dalla lista. Toglietevi lo sfizio di dargli un’occhiata nella fase tre.

3. LA VALUTAZIONE FINALE

Questa è la parte più facile. Prendo la lista dei titoli che sono rimasti e vado in libreria. In genere in una di quelle grandi tipo la Feltrinelli. Chiedo e cerco tutti i libri e mi siedo su una poltroncina. Lì, con calma, faccio tutti i test che mi pare. Leggo le prime pagine, l’introduzione ecc.

Alla fine scelgo quelli che penso possano piacermi e li compro, non necessariamente nella stessa libreria (ehmmmm…).
Fate attenzione a non acquistare troppi libri. Vi consiglierei non più di due o tre. Questo perché ho notato che un libro che riposa da un po’ della mia libreria non ha lo stesso fascino di un libro che devo ancora acquistare. Se ne prendete più di quelli che potete leggere nell’immediato rischierete di perdere interesse per qualcuno di essi. Ovviamente gli altri lasciateli in lista, ci ritornerete un’altra volta.

L’ACQUISTO

Forse non è eticamente corretto guardare i libri con calma in una libreria e acquistarli da qualche altra parte ma vale la pena di prendere la cosa in considerazione. In ogni caso, quando desidererete davvero un libro, difficilmente riuscirete a lasciarlo prima di essere usciti dal negozio.
Vi fornisco ugualmente alcune dritte:
DVD.it spesso se ordinate nel week-end spedisce senza spese aggiuntive. Se vivete in un piccolo paese e volete ricevere i libri direttamente a casa è comodissimo.
IBS.it ha le spese di spedizione ma la maggior parte delle volte se unite in un ordine due o più libri gli sconti applicati supereranno di gran lunga queste spese. Un altro vantaggio è che ha un catalogo sterminato, anche di titoli stranieri.
Soprattutto nelle grandi città le biblioteche prendono alcune copie dei libri più popolari. Se non volete spendere troppi soldi (e non volete leggere tutto il libro nei maxi-store…) fateci un salto.
Non tutti sanno cosa sia il book-crossing. Non è molto semplice trovare un libro della lista ma vale un’occhiata. Anche qui i libri sono gratis. Cliccate se volete saperne di più.

Vi lascio un ultimo consiglio: non abbiate paura di lasciare un libro che avete iniziato a leggere. A volte può bastare un libro che non avete voglia di finire per farvi passare la voglia di leggere per un po’. E non pensate di doverlo leggere perché altrimenti avete speso dieci euro inutilmente, per due motivi.
1. Sarebbe una beffa spendere dei soldi ed essere anche obbligati a fare qualcosa che non vi piace. Quindi al massimo vale il principio contrario: avete già speso dieci euro, non ha senso farvi altro male.
2. A volte il libro è giusto ma il momento sbagliato. Ho lasciato in passato alcuni libri che mi avevano annoiato per poi riprenderli anni dopo e innamorarmene.

Come al solito ci sarebbero altre cose da dire ma non ce la faccio più a scrivere. Se non mi deciderò a fare articoli più corti prima o poi qualcuno mi taglierà i pollici.

Aggiungo solo due cose (non finirò mai… aiutatemi):
1. Ho letto un consiglio di Stephen King che diceva: il trucco per leggere molto è abituarsi a leggere anche a piccole dosi. Ad esempio le code sembrano fatte apposta. Io non lo faccio in genere, ma vi passo la considerazione.
2. Un amico una volta mi ha detto che prima di dormire viene rilasciata nell’organismo una certa sostanza che inibisce la memorizzazione. E’ uno dei meccanismi che non ci permette di ricordare nitidamente i sogni. Quindi se quello che dovete leggere è un saggio cercate di farlo quando non avete troppo sonno o vi rimarrà ben poco.

Chiudo subito, prima che mi venga voglia di scrivere qualcos’altro.

Leonardo

15 commenti su “Come diventare un DIVORATORE di LIBRI”

  1. Aggiungo il decalogo del lettore di Pennac:
    http://oltresavio.sitiasp.it/diritti.htm

    1 – Il diritto di non leggere
    2 – Il diritto di saltare le pagine
    3 – Il diritto di non finire il libro
    4 – Il diritto di rileggere
    5 – Il diritto di leggere qualsiasi cosa
    6 – Il diritto al bovarismo
    7 – Il diritto di leggere ovunque
    8 – Il diritto di spizzicare
    9 – Il diritto di leggere ad alta voce
    10 – Il diritto di tacere

  2. Grazie delle informazioni!
    Aggiungerei anche il diritto di impiegare tutto il tempo necessario per finire il libro!
    Molte volte mi scoraggio quando vedo persone che mi dicono di leggere tot al giorno. Io vado moooolto più lentamente!

  3. ma allora non sei un matto scapestrato!

    ^_^

    complimenti mi sto divorando tutto il tuo blog, scrivi davvero bene è un piacere leggerti ^^

  4. consiglio cmq a tutti di farsi un bel corso di speedy reading, detta anche lettura veloce, io l’ho fatto tre anni fa ed ora leggo dalle 5 alle 10 volte più veloce della media (22 parole al minuto) ad esempio il post di cui sopra l’ho letto in circa 10 sec…è molto utile per lo studio internet e i libri….
    ciauuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

  5. Complimenti per il post, è molto interessante e sopratutto mi fa pensare che alla fine il mondo è pieno di “malati” di libri come me…non so se conosci la comunità anobii…è molto carina e si possono scovare libri interessanti e sopratutto puoi archiviare quelli della tua libreria.
    un saluto

  6. Applicherò questi suggerimenti anche per scegliere i libri in biblioteca! Quando entro e vedo tutti i libri sugli scaffali divento come il cane da caccia che fiuta selvaggina in abbondanza : non so quale pista scegliere,e a volte scelgo in modo casuale.Applico il decalogo di Pennac e spesso riconsegno libri non completamente letti, trovo bello poter fare questo senza sentirmi più in colpa. Grazie di questi consigli

  7. incredibile! a parte che il tuo metodo di ricerca rispecchia esattamente il mio (ibs compreso!). L’unica differenza sta nel fatto che anzichè google gruppi, io do una passata alle listmania di amazon, molto utili sia che si tratti di libri sia di musica.

    @Caty
    Devo dire che mi sento molto sollevato nel sapere che c’è gente che impazzisce come me (in senso buono s’intende) di fronte ad uno scaffale di libri. A volte la cosa mi mette persino in imbarazzo.. T è mai capitato di entrare in casa di qualche nuovo conoscente e passargli in rassegna la libreria? Spesso la cosa non è molto elegante, ma resistere sarebbe impossibile..

  8. Per Maxfase
    Sempre quando entro in una casa (nuova e non) e vedo la libreria mi metto ad esplorare i titoli. La cosa imbarazzante è che essendo io miope mi tolgo gli occhiali e per guardare i titoli in alto sono sempre in difficoltà.Sono arrivata ad esplorare i titoli dei libri esposti nei mobili IKEA !! Quando poi entro da Feltrinelli o Mondadori mi prende il capogiro quasi fossi Stendhal davanti alle meraviglie d’arte italiane!!!
    P.S. in effetti i titoli dei libri dicono molto della casa e dei proprietari : da IKEA solo titoli svedesi. Ciao e buone letture

  9. Credo che l’amore per la lettura nasca anche quando trovi ciò che ti stimola e ti fa crescere. Io sono diventato un divoratore di libri dopo la via, il viaggio e le lacrime perse, prima ero solo un normale lettore.

  10. Ciao Leonardo,
    oggi ti ho scoperto cercando su google un titolo di una canzone cantata da non so chi (bellissima premessa, vero?) e sono finita irrimediabilmente a leggere tutti i tuoi articoli. Sei davvero un originale inventore, complimenti anche per la tua “intellisimpatia”. =)

    Inoltre, sono lieta nel trovare un articolo che tratta di libri e di lettori. Se può essere utile, io consiglio l’iscrizione gratuita al sito anobii per consultare le recensioni degli altri ed aggiungere i libri interessanti alla lista desideri. Una volta che questa lista viene a crearsi, basta concedersi del tempo per controllare sul sito di archiviazione on-line della biblioteca più vicina a casa la disponibilità dei titoli (senza andare di persona a “molestare” la bibliotecaria di turno) e se le ricerche non vanno a buon fine, optare allora per l’acquisto su ibs. Sconsiglio girare per le librerie con liste di libri perchè non si troveranno mai e poi mai….

Rispondi a Sleepers Annulla risposta